STORIA

Animato all’inizio da un ristretto numero di appassionati guidati dal fondatore Kurt Wiederkeher, Il Bonsai Club Ticino conta attualmente una quarantina di soci interessati e attivi.
Alla sua fondazione, nel 1986, il Club era una sezione dell’Associazione Svizzera degli Amici del Bonsai (Vereinigung Schweizer Bonsaifreunde), con sede a Schinznach-Dorf.
Nel 1993, sentendosi ormai in grado di andare per la sua strada autonomamente, il Club si è reso indipendente con la denominazione Bonsai Club Ticino, divenendo un punto di riferimento e una valida fonte di consigli per tutti coloro che si interessano a questo hobby.
Anche l’assunzione di un nuovo simbolo riassume con pochi tratti essenziali lo spirito che anima il BCT, un club dinamico, proiettato in avanti, dove si respira un’atmosfera di amicizia, di voglia di apprendere nel proficuo scambio di idee e esperienze.
Il cambiamento avvenuto ai vertici nel 2007 ha portato una nuova ideologia all’interno del Club, mutando mentalità e aprendo le frontiere. Infatti il Club, attualmente guidato con impegno da Mario Pedrazzetti, quale presidente, e da Nicola Crivelli, come segretario e coordinatore delle diverse attività, nonché polo attrattivo verso la vicina penisola ha iniziato a muovere i primi passi anche all’estero, infondendo così maggiore esperienza e sicurezza a una nutrita schiera di aderenti e simpatizzanti.
L’adesione al BCT è libera a tutti, dai neofiti ai più esperti. Durante l’anno vengono proposti molteplici avvenimenti, stilati in un programma particolareggiato, redatto due volte l’anno. Gli incontri mensili comprendono serate teoriche e pratiche con argomenti culturali legati al mondo della natura o al tema del bonsai.
Sono inoltre previste visite ed esposizioni nazionali ed estere, gite in montagna, conferenze e seminari, corsi per principianti e workshop diretti da personalità note al mondo del bonsai.
Gli incontri sono animati a turno da membri di comitato o da soci che si mettono sempre attivamente e disinteressatamente a disposizione per questo compito oppure da relatori esterni, quando è il caso. Il nuovo modo propositivo e trainante ha permesso al Club di incrementare attivamente la partecipazione a mostre ed esposizioni sia a livello sia nazionale, sia europeo, riuscendo più volte a distinguersi grazie all’assiduità, alla tenacia e all’esperienza di alcuni soci.
Con l’esposizione del 2006 abbiamo festeggiato il ventesimo anniversario della fondazione. Nel 2009 è stato organizzato con grande successo il XII Congresso A.I.A.S. (mostra nazionale del Suiseki, per la prima volta uscita dai confini italiani) abbinato al 1° Concorso Bonsai Club Ticino, frutto di una collaborazione sempre più attiva a livello europeo.
Dal 2008 facciamo parte del Coordinamento Piemonte – Lombardia e nel 2010 abbiamo riallacciato i collegamenti pure sul piano nazionale, aderendo al Vereinigung Schweizer Bonsaifreunde.
Il BCT guarda al futuro con l’occhio sempre più vigile, allenato e incline a percepire ogni qualsivoglia cambiamento sul panorama bonsaistico internazionale e ad adottarne le metodologie e le innovazioni per proporre sempre ulteriori novità atte alla crescita costante dei nostri soci e sostenitori.